Collegati con noi

Classifiche

Top 10 Migliori brani musicali all’interno della serie “The Legend of Zelda” (Speciale 35° anniversario)

Avatar photo

Pubblicata

il

Siamo alle porte di uno degli anniversari più importanti per molti giocatori e in generale per la cultura videoludica: nel 2021 festeggiamo esattamente 35 anni da quando venne rilasciato uno dei titoli destinati a cambiare la storia e il modo di intendere il videogioco per sempre: The Legend of Zelda. 35 lunghi anni sono passati e la serie, tra alti e bassi, ha saputo far innamorare ogni generazione che entrava in contatto con essa. Noi di PrimaGame vogliamo onorare questa pietra miliare attraverso il suo elemento fondamentale: la musica.
Ecco a voi la nostra personale classifica di quelli che reputiamo i migliori 10 brani musicali dell’intera saga videoludica.

È doveroso precisare, prima di questa top 10, che stiamo per portarvi sono le nostre opinioni, non ci proponiamo assolutamente di parlare a nome dell’intera community, soprattutto perché The Legend of Zelda fa della musica uno dei suoi cavalli di battaglia.
Inoltre, si premette che dinnanzi a tracce ricomposte e ispirate a precedenti, si prediligerà sempre la versione più moderna e musicale.
Quindi rilassatevi, prendetevi un tè e godetevi la nostra personalissima classifica!

N°10

The Legend Of Zelda: Spirit Tracks-Realm Overworld

Diciamoci la verità: questo capitolo della saga di Zelda non è tra i più amati dal pubblico, perché, da un lato, ha stravoltolo il solito mondo di gioco a cui i players erano abituati e ,dall’altro, per le conseguenze d’essere sequel di un titolo che ha diviso in due l’intera community. Fatto sta che all’interno di questo gioco troviamo uno degli “Overworld Themes” più belli e soprattutto più inerenti all’avventura del gioco: il Realm Overworld Theme, che ci accompagnerà durante i nostri viaggi in treno, è frenetico e allo stesso tempo rassicurante: strumenti fortemente etnici come il Banjo ci ricordano costantemente il titolo a cui stiamo giocando e fanno da sfondo ad una sezione di fiati incredibile, che riesce a richiamare i suoni tipici dei treni a vapore.
Non è un caso che una delle esperienze migliori del gioco sia proprio scorrazzare in treno tra le terre di Hyrule!

 

N°9

The Legend of Zelda: A Link Between Worlds- Death Mountain

A Link Between Worlds è l’ultimo uscito per Nintendo 3DS, nonchè uno dei titoli della saga  più acclamati dalla critica. Una parte del meritato successo è da attribuire alle sue spettacolari musiche, che sono per la maggior parte remakes della colonna sonora di “A Link to the past”. Può sembrare arduo preferire una sola tra le varie musiche di questo gioco, ma alla fine il cuore ha scelto per noi: Death Mountain. La traccia, che è sempre stata una delle più iconiche della serie, è esattamente ciò che ci si aspetterebbe nello scalare una “Montagna della morte”: percussioni, percussioni e ancora percussioni (e tante trombe). Come si è capito le percussioni predominano nella composizione e  insieme alla melodia principale dei fiati danno un senso di eroicità a ciò che si sta compiendo, ma non mancano momenti in cui vari flauti irrompono nella traccia, calmando il tutto e permettendoci di ammirare in pace le incredibili vette di questo mondo.

 

N°8

The Legend of Zelda: Link’ s Awakening-Tal Tal Heights (Heroic)

Ora passiamo da montagne a…. esatto, ancora montagne! Per questo brano prendiamo in riferimento quello composto nel 2019 in occasione dell’uscita del remake di Link’s Awakening. Il tema in questo caso riprende tutte le qualità della posizione precedente, amplificate al massimo e con molti più strumenti musicali, tra cui una sezione di  archi e un sottofondo di chitarra da far venire la pelle d’oca. Ciò che rende così speciale la traccia è l’eroicità del momento in cui si ascolta (verso le parti finali del gioco). L’unico vero difetto è che la mappa in cui viene proposta presenta molte grotte e passaggi, quindi se non ci si ferma di proposito in uno degli esterni, cosa che vi esorto vivamente a fare, potreste non sentire mai completamente questo capolavoro. Non mi stancherò mai di risentire questo grande pezzo di musica.

.

 

N°7

The Legend of Zelda: Phantom Hourglass-Linebeck Theme 

Molti non ricorderanno questa musica. Chi ,invece, dovesse ricordare probabilmente andrà incontro a due opposte sensazioni: una bella e una, al contrario, negativa.
Infatti, il tema che vi sto proponendo è tratto da uno dei titoli più controversi della serie: Phantom Hourglass. Personalmente, ho amato alla follia, pur riconoscendone i difetti, questo gioco, e la mia scelta di questa posizione è fortemente influenzata dall’amore che provo per il personaggio a cui è ispirata. Il tema di Linebeck, prepotentemente in stile marinaresco, è una sua cartà di identità, rispecchia a pieno  il personaggio a cui è dedicata: anche se a prima vista può sembrare poco importante o addirittura fastidioso, in alcune battute del gioco si rivela invece di una grande profondità, nonchè di fondamentale importanza. E voi, con che fazione vi schierate nei confronti di Phantom Hourglass?

 

N°6

The Legend of Zelda: Skyward Sword-Main Theme

Bisogna ammettere che questo brano ha scalato la classifica per merito della recente presentazione del porting per Switch di Skyward Sword, che me ne ha fatto innamorare di nuovo. Questo pezzo riesce ad immergerti completamente nel contesto del gioco: basta chiudere gli occhi per trovarsi tra le nuvole a svolazzare a bordo del proprio solcanubi. Inoltre, la grande importanza di ciò che viene rivelato all’interno del gioco in quanto Lore della saga rende questa musica ancora più epica e avvincente, lasciandoti a ripensare tutti i trascorsi e le implicazioni di questa immensa storia.

N°5

The Legend of Zelda: Breath of the Wild-Hyrule Castle (Exterior)

È il primo brano di questo gioco che approda in classifica e, vi assicuro che ne vedrete degli altri. Breath of the Wild tra tutti i giochi della serie è quello che porta all’estremo il concetto di  remake musicale dei vari brani, creando un vero e proprio mix di sinfonie e suoni  che convergono tutti all’interno del medesimo titolo. Questo è considerato, dal punto di vista musicale, un pezzo d’arte e della storia del videogioco. È propriamente un concerto di musica contemporanea che affonda le sue radici nei generi più disparati. Questo pezzo è il culmine di un viaggio incredibile all’interno del mondo di Hyrule e nelle sue note possiamo sentire tutta la fatica che Link impiega in ogni singola scalata tra le guglie del castello, ogni danno inflitto, ogni danno ricevuto e soprattutto la consapevolezza di star giungendo a qualcosa di oscuro e misterioso che determinerà le sorti del futuro. L’emozione che si prova nel sentire in questo mix oscuro e angosciante le note del tema principale di The Legend of Zelda è qualcosa che segna l’esperienza di ogni giocatore che si è approcciato a questo capolavoro.

 

N°4

The Legend of Zelda: Breath of the Wild- Main Theme

E’ inutile mentire a noi stessi, Breath of the Wild merita tante posizioni in classifica. Se si stilasse una lista delle migliori colonne sonore nel mondo del gaming il gioco meriterebbe almeno il podio. Questo brano, nello specifico, è l’impostazione di tutta l’avventura di Link ed è un perfetto incipit di tutto quello che andrà ad accadere. Tra le note possiamo scorgere la natura, i fili d’erba mossi dal vento, gli alberi scossi dagli animali selvatici, la frenetica vita all’interno di un villaggio, ma allo stesso tempo il peso di una grande responsabilità che il nostro eroe porta sulle spalle: dover salvare Zelda a tutti i costi per impedire alle terre di Hyrule di sprofondare nella più buia delle oscurità. Sono convinto che questo pezzo farebbe breccia nel cuore anche dei non avvezzi alla serie.

 

N°3

The Legend of Zelda: The Wind Waker- Dragond Roost Island theme 

Siamo arrivati finalmente sul podio, e non poteva mancare uno dei brani che nella sua semplicità è pressocché perfetto. La musica è esotica e rispecchia pienamente l’umore e l’ambientazione del gioco in cui si trova, il mandolino usato per registrare la base è ritmato, la melodia portante è nostalgica e fa viaggiare con la mente in posti lontani e fantastici. Sfido chiunque a non provare i brividi quando la linea di basso entra con prepotenza, rendendo il tutto ancora più vivace ma al contempo malinconico. Sicuramente uno dei brani più iconici della serie: quando si ascolta Dragon Roost Island Theme non si può fare a meno di tenere il tempo!

N°2

 Tutti i The Legend of Zelda: Zelda’s Lullaby

Al secondo posto non abbiamo un unico brano,  bensì una vera e propria tipologia. Infatti così come una madre non può voler più bene ad uno dei suoi figli, così noi della redazione abbiamo preferito che la musica parlasse al posto nostro e abbiamo deciso di riportare tutte le versioni di questa stupenda “ninnananna”. Composto per la prima volta per il gioco “A Link to the Past” e perfezionato in “Ocarina of Time” questo pezzo rappresenta gioia e tristezza vissuti in contemporanea. Quale gamer nella sua vita non è mai stato innamorato della Principessa Zelda? Anni dopo anni, noi giocatori abbiamo continuato a salvarla, ciclo dopo ciclo, reincarnazione dopo reincarnazione, non importava quanto difficile potesse essere: era il nostro obbiettivo! La maggior parte delle volte il premio per la sua salvezza era la salvezza del regno stesso, ma la gentile Principessa ci ha sempre ricompensato con l’ascolto della sua preziosa musica, e se devo essere onesto sconfiggerei  un’altra centinaia di demoni e attraverserei infinite distese pur di poter riascoltare ancora una volta questo incredibile, commovente brano.

 

Menzioni d’onore 

Prima di svelarvi il primo posto, è doveroso citare alcuni dei brani che davvero per poco non sono riusciti ad entrare in classifica, ma rimangono pur sempre alcuni tra i migliori mai composti per questa saga:

Lorule Main Theme- The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Il tema più significativo in ogni gioco in cui è presente il famoso “Dark World”

Gerudo Valley Theme- The Legend of Zelda: Ocarina of Time

Chitarre spagnoleggianti che ti accompagnano freneticamente attraverso terre desertiche.

The Great Sea- The Legend of Zelda: Phantom Hourglass

La Musica migliore per saltellare da un’isola all’altra a bordo del proprio vascello a vapore.

Lorule Castle- The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Un tema dinamico che cambia e diventa sempre più epico man mano che ci addentriamo all’interno del castello.

Hyrule Field- Tutti i The Legend of Zelda

Il classico tema di The Legend of Zelda, perfetto nella sua semplicità.

 

N°1

 Tutti i The Legend of Zelda: Breath of the Wild- Rito Village theme (giorno)

Al secondo posto non abbiamo un unico brano, ma una vera e propria tipologia. Infatti, così come una madre non può voler maggior bene ad uno dei suoi figli, così noi della redazione abbiamo preferito che la musica parlasse al posto nostro e abbiamo deciso di riportare tutte le versioni di questa stupenda “ninnananna”. Composto per la prima volta per il gioco “A Link to the Past” e perfezionato in “Ocarina of Time” questo pezzo è gioia e tristezza vissuti in contemporanea. Quale gamer nella sua vita non è mai stato innamorato della Principessa Zelda? Anni dopo anni, noi giocatori abbiamo continuato a salvarla, ciclo dopo ciclo, reincarnazione dopo reincarnazione, non importava quanto difficile potesse essere: era il nostro obbiettivo! La maggior parte delle volte il premio per la sua salvezza era la salvezza del regno stesso, ma la gentile Principessa ci ha sempre ricompensato con l’ascolto della sua preziosa musica, e se devo essere onesto sconfiggerei  un’altra centinaia di demoni e attraverserei infinite distese pur di poter riascoltare ancora una volta questo incredibile, commovente brano.

 

 

Sono passati 35 anni dall’inizio di questa avventura di gruppo, tante Zelda sono state salvate, e fin troppi “Ganon” sconfitti. I nostri ringraziamenti più sinceri vanno alle migliaia di persone che hanno permesso che tutto questo si avverasse, che le vite di molti di noi fossero totalmente sconvolte da ciò che per molti è solo un ammasso di pixel, ma che per noi è una passione che ci spinge ad andare avanti giorno dopo giorno. Noi della Redazione di PrimaGame ringraziamo chi ci ha seguito in questo tuffo nel passato e vi auguriamo di riuscire ad essere dei Link nella vita reale e di trovare ogni giorno la vostra Zelda da salvare, ma ricordatevi sempre: è pericoloso andare da soli.

Continua a leggere

Classifiche

I 10 Giochi (+1) di cui attendiamo l’uscita nel 2021

Avatar photo

Pubblicata

il

Il 2020 l’abbiamo lasciato alle spalle e noi della redazione siamo carichi a molla solo al pensiero di mettere le mani sui nuovi giochi del 2021, un anno che, apparentemente, è ghiotto di nuove produzioni.

Ma, nel dettaglio, quali sono i giochi più attesi? Non è stato per niente facile stilare questa lista poiché ci troviamo in un momento storico non proprio piacevole e che di certo non aiuta le case produttrici: infatti molti videogiochi non hanno ancora una data di uscita stabilita e, se ce l’hanno, non è totalmente affidabile ed è soggetta troppo spesso a posticipazioni.

Nonostante ciò, molte sono le produzioni che arricchiranno i 12 mesi a venire e quelle sottoelencate sono solo un piccolo assaggio di quello che sarà un gran buffet.

Senza ulteriori indugi, ecco una lista in ordine sparso dei giochi che più attendiamo in questo 2021!

LITTLE NIGHTMARES 2

L’avventura puzzle-horror del primo capitolo è semplicemente un’opera d’arte: Bandai Namco è riuscita a farci immergere dentro una realtà onirica e a farci affezionare alla protagonista, Six, che non vediamo l’ora di rivedere. Abbiamo visto alcuni gameplay verso la fine del 2020 e sembra che questa seconda parte sia addirittura meglio del primo capitolo.

Fortunatamente non dovremmo aspettare a lungo: Little Nightmares 2 uscirà difatti ufficialmente questo 11 febbraio per tutte le piattaforme old-gen e successivamente per quelle next-gen.

 

DEATHLOOP

Sparatutto in prima persona, prodotto da ARKANE STUDIOS, giocheremo nei panni di Colt, un assassino imprigionato in un loop temporale che lo costringerà a svegliarsi in una spiaggia ogni giorno. L’obiettivo è eliminare tutte le persone sull’isola e cercare di fermare, o meglio di far ripartire il tempo.  Il giocatore dovrebbe imparare cose nuove durante ogni partita che gli consentiranno di portare a termine la sua missione.

Non abbiamo una data precisa, sappiamo solo che uscirà a maggio nel 2021 per PC e Ps5 (esclusiva console per un anno)

 

RESIDENT EVIL VILLAGE

Un nuovo Resident Evil è sempre ben accetto: ambientata alcuni anni dopo gli orribili eventi dell’acclamato Resident Evil 7 biohazard, questa inedita storia inizia con Ethan Winters e sua moglie Mia che vivono tranquilli in un altro paese, liberi dagli incubi del passato. Mentre si accingono a ricostruire la loro nuova vita insieme, però, la tragedia li colpisce ancora una volta. Quando il capitano della BSAA Chris Redfield attacca la loro abitazione, Ethan dovrà affrontare di nuovo l’inferno per riportare indietro sua figlia rapita.

Questo survival horror in prima persona ci porta in un’ambientazione simile a quella del capitolo quattro e non vediamo l’ora di poterci immergere al suo interno.

Uscirà il 7 maggio per tutte le piattaforme.

 

HALO INFINITE

Nonostante abbia perso il treno per l’uscita di novembre, durante il 2021 dovrebbe uscire sugli scaffali il gioco ammiraglio Microsoft, più forte e più bello che mai. Infinite è il capitolo più ambizioso della serie, a detta di Microsoft, e dovrebbe consentire l’esplorazione dell’ambiente circostante rendendolo simile ad un Open World. Uscirà in esclusiva per le console Xbox Series X/S e sarà immediatamente compreso all’interno del vasto catalogo GamePass.

 

FAR CRY 6

Sarebbe dovuto uscire questo febbraio ma anch’esso ha subito un rinvio. Il nuovo Far Cry è stato presentato in modo molto appetitoso, con un Giancarlo Esposito che impersona l’antagonista di questo capitolo.  Ci caleremo nella cruda esperienza di una guerriglia moderna, e il nostro obiettivo sarà quello di liberareYara eliminando un dittatore e suo figlio.

Non sappiamo quando uscirà con precisione ma noi incrociamo le dita affinché non venga rinviato di un intero anno.

 

HORIZON FORBIDDEN WEST

Presentandolo con un trailer a dir poco spettacolare, Horizon Forbidden West continua con la storia di Aloy, medesima protagonista del capitolo precedente (invariata in tutto e per tutto), una cacciatrice di macchine della tribù dei Nora, inviata alla ricerca di una frontiera misteriosa che attraversa lo Utah fino al West Coast, per trovare la fonte di una peste misteriosa che uccide tutto ciò che infetta. Mentre Aloy tenta di esplorare le parti più profonde e ampie di questa nuova regione ignota, scoprirà l’esistenza di una vasta gamma di ecosistemi ambientali differenti, tra cui valli rigogliose, deserti aridi, montagne innevate, spiagge tropicali e città desolate, sia sopra che sotto il livello del mare.

La mappa del mondo sarà molto più grande e noi speriamo che il titolo brilli ancor più del primo.

Uscirà quest’anno, non sappiamo precisamente quando però, e sarà un’esclusiva per la console di casa Sony.

 

GOD OF WAR

Non sappiamo assolutamente nulla di questo nuovo paragrafo del grande libro di God of War: il teaser si limitava a mostrarci solo il titolo! Non sappiamo quindi se uscirà cross-gen oppure solo per Ps5, ma immaginiamo, vista la politica che sta adottando la casa nipponica, che potrebbe essere più propensa alla prima opzione. Dovrebbe inoltre uscire questo 2021 ma un rinvio è dietro l’angolo poiché non si è deciso ancora a mostrare il suo potenziale.

 

ELDER RING

Ambientato in un nuovo mondo creato da Hidetaka Miyazaki e George R.R. Martin, ELDEN RING è il nuovo titolo fantasy creato da FromSoftware, Inc. e BANDAI NAMCO Entertainment Inc. è il più vasto titolo di FromSoftware ed è ambientato in un reame in espansione immerso in una storia ricca e sanguinosa realizzata da Hidetaka Miyazaki – creatore dell’influente e acclamata serie di videogiochi DARK SOULS – e George R.R. Martin – autore della serie fantasy best seller per il The New York Times, Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Secondo i rumors dovrebbe essere ambientato in un vasto mondo, colmo di creature magiche, soggetto ad un ciclo giorno notte in cui il protagonista si muoverà a cavallo.

Non sappiamo con certezza una data, ufficiosamente sarebbe dovuto uscire lo scorso anno ma alcuni insiders dichiarano come periodo di rilascio il 2021.

 

RATCHET & CLANK: RIFT APART

Uno dei titoli che aspetto personalmente con più ansia perché ci permetterà di gustarci al meglio la next gen. Infatti, vestiremo i panni dei nostri 2 protagonisti che dovranno affrontare un malvagio imperatore proveniente da un’altra realtà e grazie all’SSD di Ps5 non si avrà nessun tempo di attesa mentre viaggeremo tra i diversi mondi e sono sicuro che sarà fantastico.

Dovrebbe uscire nel 2021 in esclusiva Ps5.

HOGWARTS LEGACY

Hogwarts Legacy è un coinvolgente gioco di ruolo a mondo aperto ambientato nell’universo apparso per la prima volta nei libri della serie di Harry Potter. Vivremo in una Hogwarts del 1800 e vestiremo i panni di uno studente in possesso della chiave per svelare un antico segreto che minaccia di distruggere il mondo magico. Avremo inoltre un’innaturale predisposizione per la magia ancestrale.

Il gioco uscirà per tutte le piattaforme ma non sappiamo quando di preciso.

 

 

LOTR: GOLLUM

Questo è il titolo del nuovo gioco dedicato a Il Signore degli Anelli di Daedalic Entertainment, casa da sempre specializzate in avventure grafiche che prova a cambiare registro con un action game dalle forti sfumature stealth dedicato all’universo di Tolkien.Il protagonista sarà, ovviamente, Gollum e il prodotto ci racconterà una storia del personaggio mai vista prima, poiché prende spunto dai romanzi e non dai premiati lungometraggi.

Uscirà anch’esso per tutte le piattaforme quest’anno.

Continua a leggere

Classifiche

Top 5 giochi horror

Avatar photo

Pubblicata

il

Ci siamo, stiamo per vivere forse la festa di Halloween più spaventosa di sempre e probabilmente passeremo questa festività a casa nel migliore dei modi: giocando.
Proprio per questo noi di PrimaGame vogliamo aiutarvi: in questa lista troverete i giochi horror che hanno fatto più paura al sottoscritto.
Attenzione, non sono obbligatoriamente i giochi migliori dal punto di vista grafico o narrativo, ma sono quelli che sono stati capaci di spaventarmi di più in assoluto.

N°5 

The Last Of Us 2

Non è tra i più spaventosi, anzi, ma nonostante ciò è comunque indispensabile parlarne.
The last of us 2 rimane uno dei prodotti da giocare assolutamente (come già consigliato in questo articolo qui.) e con la sua ambientazione horror è perfetto anche per giocarci durante una notte buia e tempestosa come quella di Halloween. Infatti In un mondo post-apocalittico in cui un virus ha decimato la popolazione terrestre, la giovane Ellie deve combattere per la sopravvivenza.
Penso sia senza ombra di dubbio ora come ora recuperare questo capolavoro, no?

N°4

Resident Evil 3

Per i nostalgici invece proporrei un ottimo remake per questa che è ormai la “old gen”: Resident Evil 3. Infatti, il perfetto sequel della saga capolavoro di Biohazard uscito oramai circa 20 anni ci fa immergere a Raccoon City nei panni di Jill, la quale dovrà fuggire da un esercito di morti viventi ma anche da una creatura che si fa chiamare Nemesis, che sarà sulle sue tracce. Questo remake riprende le stesse meccaniche del suo predecessore e sicuramente promette di mettere parecchia tensione e una componente horror micidiale.
Provare per credere

N°3

Little Nightmare

Questo prodotto non vi farà saltare dalla sedia e secondo me potreste anche poter riuscire ad addormentarvi la notte. Parliamo di una delle grandi perle che mio malgrado sono riuscito a recuperare solo quest’anno e parlo di Little Nightmare.
Ci troviamo nelle vesti di Six, una bambina di nove anni che si risveglia da un sonno rinchiusa in una gabbia e, una volta uscita, dovrà scappare da mostri e creature orribili che abitano la nave/resort su cui si trova, The Maw (“le fauci”).
Questo gioco ha un’unica pecca: dura troppo poco.
Appena inizierete a giocarci sarete immersi in un’atmosfera surreale che difficilmente scorderete e alla fine sarete costretti ad acquistare anche il secondo capitolo in uscita a febbraio.

N°2

Outlast

Uno dei giochi che più mi ha tenuto sveglio la notte è stato sicuramente quella mostruosità di Outlast.
Vi troverete infatti catapultati al manicomio di Mount Massive e vestirete i panni di Miles Upshur, un giornalista freelance che attraverso una soffiata fatta da un certo whistleblower, indagherà su alcuni misteri riguardanti questo luogo. Il protagonista inizialmente ignaro del proprio destino fin dalle prime scene capirà di essere in un posto mostruoso, fatto di cadaveri e sangue.
E tanti, ma proprio tanti jumpscare.
Il gameplay e il comparto grafico secondo me è dei migliori e la scelta di usare una telecamera con visore notturno fanno si che questo articolo horror firmato da Red barrels sia uno dei più spaventosi ed emozionanti dell’ultimo decennio.
N°1

Amnesia: The dark descent 

Ultimo ma non meno importante è il primo tassello di una trilogia che ha fatto la storia: Amnesia the dark descent.
Lo ammetto, questo gioco rientra in lista più per un valore affettivo che per altro, è stato capace di regalarmi emozioni che pochi prodotti hanno saputo dare.
Questo survival-horror è ambientato in un castello e nei suoi sotterranei e il protagonista è Daniel, un giovane londinese che si sveglierà non ricordando niente di questo luogo oscuro.
L’unica cosa che ricorderà sarà di essere cacciato da qualcosa.
Il capolavoro di Frictional game vi farà innamorare e non vi farà staccare dalla console tanto facilmente. Il comparto grafico non è dei migliori (ma si deve pensare che è del 2010), ma la sua fisica vi farà immergere nel palazzo all’istante e, tra un’allucinazione e uno svenimento (del protagonista o vostro), scoprirete tutti i misteri che avvolgono il Castello di Brennenburg e tutte le creature che vi sono.
Poi il gioco ha reso celebre Pewdiepie, se non è questo un buon motivo di recuperarlo allora non saprei.
Il 20 ottobre inoltre è uscito il terzo capitolo di cui troverete la recensione qui.

E per voi? Qual è il gioco che avete nel cuore e vi ha regalato più incubi?

Continua a leggere

Classifiche

Top 10 Brani musicali nei 3D Mario Games (Speciale 35° anniversario)

Avatar photo

Pubblicata

il

Il simpatico idraulico rosso che noi tutti conosciamo, immagine simbolo del videogioco dalla sua nascita ad oggi, ha da poco compiuto 35 anni e noi di PrimaGame vogliamo omaggiarlo con quella che è ,secondo il nostro punto di vista, la classifica dei migliori brani musicali presenti nei titoli 3D della serie. Faccio una premessa: ho avuto una difficoltà immensa a stilare la classifica perché a mio parere bisognerebbe andare ben oltre una top 10 , quindi se non troverete il vostro componimento preferito non preoccupatevi, probabilmente mancava solo spazio!

Senza ulteriori indugi ecco a voi la classifica dei 10 migliori brani musicali nei 3D Mario Games:

N° 10

Super Mario 3D Worlds-Super Bell Hill

Primo e ultimo brano presente purtroppo in classifica appartenente a questo titolo, Super Bell Hill è assolutamente la punta di diamante di questo piccolo capolavoro targato Nintendo: l’atmosfera che si viene a creare grazie agli sprazzi di Jazz presenti nel brano è qualcosa di indescrivibile , il tutto alternato a momenti più vivaci degni di ogni gioco di Mario. Se bisogna trovare il miglior pregio di questo brano direi che è tutta la melodia composta con il Sax, delicata e pregevole, adatta a farsi trasportare in quel magico mondo.

N° 9

Super Mario 64-Koopa ‘s Road

Super Mario 64 ci ha regalato alcune tra le più memorabili melodie nella storia della musica dei videogames, e Koopa ‘s Road è uno dei molteplici esempi. Sfido chiunque a chiudere gli occhi ascoltando questo brano e a non essere trasportati alla propria infanzia , quando ci si ritrovava circondati da un mare di fiamme e lava incandescente. Ogni cosa inserita all’interno del pezzo lo rende memorabile, a partire dalle percussioni iniziali fino ai piccoli riff di Sitar ,i quali aggiungono al mix un’aura BOLLENTE.

N° 8

Super Mario Galaxy 2- Throwback Galaxy Theme( Bob-omb Battlefield)

Sebbene l’originale sia una pietra miliare della cultura videoludica, mi sono sentito di inserire all’interno della top questo più che piacevole remix. Questo pezzo è semplicemente spettacolare, riesce a riportare fedelmente l’originale con delle aggiunte che per il periodo di Mario 64 sarebbero state impossibili: l’orchestra di fiati è sublime, la batteria super ritmata e con fill spettacolari mai fuori posto e infine il labile suono di chitarra elettrica inserita con uno stile molto funk dà al tutto un pizzico di brio che non fa mai male! Di solito si dice che la copia non è mai meglio dell’originale ma in questo caso sono andati molto vicino a sfatare il detto.

N° 7

Super Mario Sunshine-Delfino Plaza

Super Mario Sunshine propone al giocatore di essere trasportato su un isola tropicale, e quale modo migliore di introdurre tale argomento se non con un brano del genere? Delfino Plaza è un pezzo unico, ciò anche dovuto alla totale assenza di percussioni, ritmato, vivace e rispecchia pienamente lo stile del gioco. La linea ritmica è tenuta totalmente da una chitarra, la quale si alterna ad una fisarmonica in un duetto oserei dire superlativo. Questo è un brano da ascoltare in estate su una spiaggia mentre si sorseggia una bibita fresca.

N° 6

Super Mario Odyssey – Break Free

Odyssey è stato il primo gioco della serie a portare brani cantati, e mai scelta fu più azzeccata! Break Free è la canzone che viene riprodotta durante i minuti finali di gioco. E’ una canzone dinamica, incoraggiante e con un testo veramente simpatico che riesce a trasportarti con energia attraverso lo stage finale. Piccola chicca che personalmente mi ha fatto impazzire è il riff di chitarra che cita palesemente il tema di Bowser presente in Super Mario 64. Se Odyssey ha forse il finale migliore e più di impatto di tutta la saga è sicuramente anche merito di questa canzone.

N° 5

Super Mario 64-Ultimate Koopa

Vi trovate allo scontro finale per la salvezza della principessa Peach e di tutto il regno dei funghi, sapete che dovrete affrontare per un’ultima volta il Re Koopa in tutta la sua grandezza e cattiveria, e una volta iniziato lo scontro parte questa traccia: un organo incredibilmente minaccioso suonato da mani invisibili mentre palle di fuoco scendono dal cielo mettendo a rischio l’incolumità di Mario. Questo componimento oltre ad essere veramente stupendo ha l’abilità di rendere ancora più inquietante l’atmosfera dello scontro finale e crea un’ambientazione da brividi. Promosso a pieni voti, un posto a metà classifica giustamente meritato.

N° 4

Super Mario Galaxy-King Bowser

Al quarto posto rimaniamo con un brano presente all’interno di uno scontro con Bowser, e che brano! Super Mario Galaxy è stato il primo gioco di Mario a presentare una colonna sonora totalmente registrata in studio da un’orchestra e non potrebbe sentirsi meglio che in questa traccia. Non si sono fatti mancare niente: percussioni, archi, un coro e una sezione di fiati incaricata di costruire tutta la tensione ed epicità dello scontro. Come se non bastasse stiamo parlando di una colonna sonora dinamica: infatti man mano che avanzerete nello scontro la musica diventerà sempre più epica e sempre più voci inizieranno a contornare il tutto. Ci stiamo avvicinando alle parti alte della classifica e con questo brano possiamo benissimo iniziare a notarlo.

N° 3

Super Mario Galaxy 2-Melty Monster Galaxy Theme

Ad essere onesti all’interno dei due giochi della serie di Galaxy sono presenti molte tracce che hanno come tema principale luoghi caldi, con lava vulcani e simili, ma mi sono sentito di inserire in questa posizione proprio il tema che si ascolta quando si viaggia all’interno di questa galassia. Questo brano ha tutto ciò che gli serve: parte in maniera tranquilla per costruire momento dopo momento epicità con una composizione d’orchestra degna delle migliori sale da concerto fino a culminare nel momento in cui misto all’interno traccia viene riprodotto il tema principale di Super Mario Galaxy. Semplicemente un pezzo da brividi.

N° 2

Super Mario Galaxy- Gusty Garden Galaxy Theme/Buoy Base Galaxy Theme

Siamo arrivati quasi a fine classifica, e proprio per questo sono stato costretto a inserire in seconda posizione ben due brani ritenendoli sinceramente al pari l’uno con l’altro. I pezzi hanno quasi tutto in comune, sono un simbolo: sono il simbolo di un’ infanzia o gioventù di molti giocatori che per la prima volta hanno messo mano a questo titolo e si sono trovati tra le mani qualcosa che li avrebbe segnati per il resto della loro vita. L’essenza di tutto il franchise di Mario Galaxy è racchiusa in queste tracce: la malinconia, la felicità, la gioia per aver superato un livello difficile, la tristezza per aver concluso il gioco. Per coloro che tra di voi hanno giocato a Super Mario Galaxy credo sia difficile chiudere gli occhi e non immaginarsi più giovani a saltellare tra un pianeta e un altro: in quel momento eravate felici e non avevate bisogno d’altro.

N° 1

Super Mario Odyssey-Jump Up Superstar

Senza nulla togliere alle altre posizioni in classifica, qui ci troviamo totalmente su un altro livello. Qui si vede tutto l’impegno e la dedizione che Nintendo ha messo nella pubblicazione di Nintendo Switch e del suo titolo di lancio. Stiamo giocando ad un titolo 3D di Mario e all’improvviso siamo catapultati ad un concerto di musica jazz dei primi anni 50’. Questa canzone è PERFETTA: la musica è perfetta, il testo che sintetizza tutta la storia dell’idraulico più famoso del mondo è perfetto ed è pura espressione d’amore nei confronti del franchise, l’assolo di chitarra è perfetto, pulito e rende ancora più sorprendente che una canzone simile sia stata inserita in un gioco di Super Mario. Che dire, la prima posizione è assolutamente meritata e speriamo che Nintendo continui a produrre opere di questo livello.

Concludo questo articolo con un ringraziamento: ringrazio tutte le persone che in questi magnifici 35 anni lavorando hanno fatto in modo che Super Mario nonostante la sua età restasse uno dei giochi più longevi della storia, con amore vi dico grazie come voi con amore avete trasmesso al vostro pubblico anni di gioie e divertimenti trasformando e arricchendo di sogni l’infanzia di milioni di bambini,adolescenti e adulti.

Grazie anche a chi e arrivato a questo punto della classifica dalla redazione di PrimaGame, con voi, ci si rivede al prossimo articolo!

Continua a leggere

Primo Piano