Collegati con noi

Musica e Spettacoli

Enzo Gragnaniello da oggi il nuovo brano “Fa caldo”

Pubblicata

il

NAPOLI – Da oggi, venerdì 27 novembre, su tutte le piattaforme digitali “Fa caldo”, il nuovo singolo di Enzo Gragnaniello. In contemporanea verrà pubblicato anche il video del brano al quale partecipano gli attori Massimiliano Gallo, Shalana Santana e Federica Totaro.
Il brano segna il ritorno con un inedito del cantautore napoletano, dopo la pubblicazione nel 2019 dell’album “Lo chiamavano Vient’ ‘e terra” e della successiva vittoria, per la quarta volta nella sua carriera, della Targa Tenco 2019 come miglior album in dialetto.
Una canzone che parla di un rapporto tra due persone che non è più in equilibrio, poiché hanno intrapreso strade diverse. Da un lato una persona che è impegnata in un percorso interiore e aspetta un segno, un abbraccio, poiché “aveva dato la sua anima ad un deserto” mettendo tutto il suo amore in un recipiente che pensava fosse indistruttibile e invece si rende conto che perde pezzi da tutte le parti; dall’altro lato una persona che va nella direzione opposta. Il rapporto diventa dunque come una calamita spezzata che, anziché unirsi di nuovo e attirare bellezza e positività, tende a respingersi.
Come afferma Gragnaniello “..prima di sprecare e bruciare tutti i sentimenti nelle passioni c’è bisogno di coltivare maggiormente la spiritualità di un rapporto, la sua parte più elevata, capace di produrre Amore, l’energia fondamentale dell’universo intero”.

Continua a leggere

Musica e Spettacoli

Fabrizio Bosso Quartet uscito oggi il nuovo album “We Four”

Pubblicata

il

ROMA – We Four è l’ultima fatica discografica del quartetto di Fabrizio Bosso, in uscita oggi 27 novembre 2020 per la Warner Music. Un album che esprime pienamente, nel suono, nell’interplay e nella scrittura, quell’idea di condivisione totale che rappresenta ormai da anni la cifra stilistica del pensiero musicale di Bosso.
Registrato a Roma, il 5 giugno 2020, subito dopo il confinamento forzato dovuto all’epidemia del coronavirus, We Four non è solo il frutto di un’esigenza, di una volontà di continuare a fare musica nonostante tutto, ma anche un lavoro privo di qualsiasi artificialità post-produttiva, dentro il quale ogni dettaglio è frutto di un contributo comune, che eleva il quartetto stesso ad autentico leader del progetto.
Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Jacopo Ferrazza al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria e Fabrizio Bosso alla tromba, si sono dati appuntamento in studio e hanno celebrato un sodalizio, umano e musicale, perfettamente dichiarato nel titolo di questo nuovo lavoro. Prosegue, quindi, la ricerca di un suono collettivo e identitario, qui espresso in un repertorio composto prevalentemente da brani che portano le firme di tutti e quattro.
L’avvio è affidato alla vigorosa title track composta dall’intero quartetto, dove l’interplay tematico tra Fabrizio e Julian è supportato dallo spedito walking offerto da Jacopo e Nicola, il cui netto affiatamento è pure assai sensibile in Control freak. Si stagliano al centro del disco come messaggi di fratellanza in chiaroscuro, quanto mai essenziali in tempi come questi, Dreams come true e One humanity. Quest’ultima è dedicata alle recenti vittime del razzismo perpetrato negli Stati Uniti. Le delicate Estudiomisterioso e For Heaven’s sake fanno da contraltare al marcato groove di The way we see (composta anche questa dall’intero quartetto) e all’energica Bakarak, dove blues, swing e sensazioni free si fondono tra loro in perfetta armonia. Chiudono l’album Happy stroll e la bonus track Friday blues, per un lavoro in cui le note lungo la partitura fungono da stringhe non soltanto per la componente sonora ma anche per quella umana dalla quale trasuda un feeling davvero profondo e sincero. Primavera 2017: “Questo è il suono del mio presente e loro sono, oltre che degli amici, anche i musicisti che mi appagano di più sul palco, perché capaci di tirare fuori il suono che ho in testa”. Queste le parole di Fabrizio Bosso tra le note di copertina del precedente doppio live “State of the art”, fermo immagine tra i più felici nella carriera del trombettista torinese. Ed è in quel “presente” mai cristallizzatosi in passato, anzi, florido e vibrante nel corso del tempo, che “WE4”vede la luce.

Questa la Tracklist: WE4; Estudio Misterioso; Bakarak; One Humanity; Dreams; Come True; Control Freak; The Way We See; For Heaven’s Sake; Happy Stroll; Friday Blues (bonus track).

Continua a leggere

Musica e Spettacoli

Cristiano Turrini da oggi in radio nuovo brano Sulle Note Di Elvis”

Pubblicata

il

MILANO – Da oggi 27 novembre è disponibile in rotazione radiofonica “Sulle Note Di Elvis” (Cantieri Sonori), il nuovo brano di Cristiano Turrini disponibile su tutte le piattaforme di streaming dal 13 novembre.
“E ballavi rock’n roll sulle note di Elvis, con un maglione di cashmere, dimmi se lo ricordi o se l’hai buttato via così”: così canta la voce di Cristiano Turrini nel suo ultimo brano dal titolo “SULLE NOTE DI ELVIS”. Continuando sul filone del precedente singolo “Kuala Lumpur”, il nuovo singolo del giovane cantautore romano è un amarcord dalle sonorità elettroniche ambientato nella splendida cornice dell’Islanda. Il brano è scritto dallo stesso Cristiano in collaborazione con Marco Canigiula (già autore per Annalisa, Emma Muscat, Biondo, Suor Cristina, Alessandro Casillo); per l’arrangiamento del singolo ha contribuito anche il producer Skywalker (Marta Daddato).
Spiega Cristiano Turrini a proposito del suo nuovo inedito: «“Sulle Note Di Elvis” continua quello che è stato il lavoro fatto con “Kuala Lumpur”, sperimentando sempre nuove sonorità che credo oggi mi rappresentino maggiormente».
Il videoclip ufficiale del brano, diretto da Giuseppe Foglia, include una sequenza di immagini che vede la partecipazione della giovanissima attrice Roberta Sardella (della serie “Don Matteo 11”).

Continua a leggere

Musica e Spettacoli

Fuori oggi il singolo d’esordio di Lunanico “Volerai”

Pubblicata

il

ROMA – Fuori oggi 27 novembre  su tutte le piattaforme di streaming e in rotazione radiofonica “Volerai”, il singolo d’esordio di Lunanico, cantautore dal carattere introverso, caratterizzato da una scrittura tipica di quella bella follia cantautorale italiana.
Con il suo brano d’esordio “Volerai”, l’artista racconta una storia che ha vissuto indirettamente ma che l’ha toccato particolarmente da vicino.
Spiega Lunanico a proposito del nuovo brano: «Volerai nasce, come tutti i miei testi, nella mia camera, che è ormai diventata anche il mio piccolo studio di registrazione. Mi è sempre piaciuto ascoltare i problemi della gente per poi cercare di aiutarli nel mio piccolo, come se fossi una sorta di psicologo a tempo perso, e “Volerai” nasce proprio così, con un problema di base ma senza una soluzione apparente. Molte volte quando la gente si sente infelice si lamenta, con frasi fatte come ad esempio “nessuno mi capisce” oppure “sono tutti felici tranne me”, con l’unico scopo di attirare l’attenzione a sé e di sentirsi amati. Il problema però sorge quando tu offri una mano, ma la persona di fronte a te non la vuole, vuole solo rimanere da sola, consapevole del suo futuro. Volerai parla di un tema tabù, il suicidio, tema che viene poco trattato dai media, poiché mal spiegato e sempre mal concepito. Sicuramente al primo ascolto, il brano risulterà felice, pieno di speranza, se però si va a leggere il testo con attenzione, si può notare che la canzone è tutt’altro che gioiosa. Era proprio questo l’impatto che volevo, delle sonorità felici che potessero mascherare il brano, così che solamente le persone attente potessero capire il vero tema del brano».

Continua a leggere

Primo Piano